Micro vs Macro Influencer: chi è il giusto per la tua campagna?

15 Marzo 2019 Admin-Minfluencer

Micro vs Macro Influencer: chi è il giusto per la tua campagna?

1 Gennaio 2019

Micro vs Macro Influencer

Il marketing dell’influencer ha dimostrato di essere un metodo valido per la commercializzazione di un marchio o di un prodotto, con alcuni dei principali risultati: migliorare la difesa del marchio, aumentare la consapevolezza, raggiungere nuovi segmenti di pubblico e migliorare la conversione delle vendite.

Le piattaforme di social media più utilizzate per le collaborazioni di influencer brand sono Instagram, seguite da blog, YouTube, Facebook e Pinterest. Secondo Statista nel 2016, ci sono stati 9,7 milioni di post influenzatori sponsorizzati su Instagram, e questo dovrebbe raggiungere oltre 30 milioni nel 2019. In un altro sondaggio del 2017, quasi il 96% dei blogger di tutto il mondo ha promosso i propri post attraverso i social media .
La domanda rimane, gli influencer con un pubblico più ampio ottengono sempre risultati migliori? Sebbene il marketing degli influencer sia così ampiamente utilizzato, molti marketer sono ancora in difficoltà nell’individuare il giusto influenzatore, che può creare o distruggere una campagna.

Ci sono molti fattori da considerare quando si tratta di lavorare con un influencer. Qui vi mostreremo le principali differenze tra macro e micro influencer e come identificare gli scenari da utilizzare con ciascuno di essi.

1. Macro-Influencer
I macro-influencer sono caratterizzati da un numero elevato di follower (almeno oltre 100.000). Mentre le celebrità in precedenza dominavano nel raggiungere un pubblico così ampio, i social media hanno dato vita a nuove personalità online con portata e influenza simili. Così il marketing degli influencer è cresciuto come strategia più comunemente adottata dai marchi.

1.1 Perché lavorare con loro?
Sebbene le campagne con macro-influencer spesso implichino investimenti significativi, l’autonomia dei marchi nella scelta del giusto influenzatore con cui lavorare e la capacità di fornire istruzioni specifiche, dà ai marketer un maggiore controllo sulla campagna. I principali vantaggi del lavoro con i macro-influencer sono:

Una vasta gamma di pubblico, che si traduce in una maggiore portata
Tempo risparmiato sulla selezione e microgestione di un numero maggiore di influenzatori
Rischio relativamente basso di follower falsi o impegno potenziato
Più alto livello di professionalità.

2. Microinfluenzatori
C’è stato un crescente interesse nel lavorare con i micro-influencer. Generalmente classificati in base al loro numero minore di follower (di solito da 1000 a circa 100.000) su Instagram, i micro-influencer sono stati inizialmente definiti come aventi tassi di coinvolgimento del pubblico più elevati rispetto ai macro-influencer.

In questo caso, un numero minore di follower in realtà significa che i micro-influencer sono ancora in grado di sviluppare relazioni personali con i follower, e questi follower mostrano un genuino interesse nei loro contenuti, il che porta a un supporto più genuino per i post sponsorizzati.

I principali vantaggi della collaborazione con i micro-influencer sono:

  • Meno investimenti, che lo rendono accessibile alla maggior parte dei marchi o delle imprese
  • Possibilità di lavorare con più influenzatori contemporaneamente
  • Raggiungere un nuovo pubblico di nicchia
  • Alto tasso di conversione
  • Capacità di generare un aumento delle vendite