Le Star dei Social sono il futuro della moda…

17 Maggio 2019 Minfluencer

Le Star dei Social sono il futuro della moda…

Dimentica Vogue e il suo esercito di modaioli modaioli – la persona più influente di questa settimana della moda di Londra è un instagrammer di 30 anni che passa le sue giornate viaggiando per il mondo in abiti stilistici.

Soprannominata la voce di una nuova generazione, Chiara Ferragni è senza dubbio l’esempio più eclatante del crescente potere delle star dei social media , e mentre il suo nome potrebbe non essere familiare ad alcuni di voi, i suoi 10,3 milioni di follower su Instagram , i posti in prima fila e la moda nascente line conferma il suo status come un grosso problema nel settore.

È stata nella lista di Forbes under 30 due volte, oggetto di uno studio sulla Harvard Business School e ha onorato la copertina di 55 riviste tra cui l’industria della Bibbia, Vogue . Ciononostante, il suo successo continua a suscitare l’interesse dei membri del “vecchio sistema”.

Per una generazione di persone che credono che il successo debba scaturire da anni di duro lavoro duro e talento eccezionale, l’idea che qualcuno come Ferragni possa fare una carriera benestante solo pubblicando fotografie di se stessa in abiti firmati è gratificante.

Ma ora merita una reputazione di $ 12 milioni (£ 9 milioni), con una linea di scarpe che vende a $ 500 una coppia e una casa di Los Angeles da $ 3,5 milioni sotto la sua cintura, le importa davvero? Noi pensiamo di no.

Piace o lo detesta, sono persone come Ferragni – giocatori di social media, blogger, e diciamocelo, donne d’affari pienamente funzionanti – che stanno eccellendo nel settore della moda in questo momento.

Sarai ben consapevole, ne sono certo, dello scandalo Vogue degli Stati Uniti che ha visto i redattori criticare i blogger per aver indossato posizionamenti di marca a pagamento, descrivendo la pratica di posare per la street photography come “disperata” e annunciare “la morte dello stile”.

Non è una novità, la credibilità degli influencer è stata a lungo sul blocco, ma come un’ondata di blogger di alto profilo ha sottolineato alla luce dei commenti, la rivista patinata non è all’altezza quando si tratta di fare affidamento sulla sponsorizzazione del marchio.

“Non pretendiamo che i montatori e gli stilisti non siano legati ai marchi in un modo o nell’altro”, ha twittato Susie Bubble, uno dei blogger di moda più influenti del Regno Unito .

Il blogger e giornalista di moda Pandora Sykes ha fatto eco al sentimento, aggiungendo che “I Voguettes suggeriscono che i blogger sono tutti di parte: quindi stai dicendo che dovresti scrivere una recensione pungente dello show del tuo più grande inserzionista, allora? Pensavo di no. ”

Il fatto è che la celebrità e il modo in cui i consumatori interagiscono con l’alta moda sta cambiando, diversificando – e questa è una buona cosa.

Mentre le riviste hanno ancora la possibilità di trasportare i loro lettori nel mondo della moda fantasy, ora sono le star dei social media – uomini e donne come te e te – che sono i messaggeri per i marchi nell’era dei social media.

Invece di sfogliare una rivista una volta al mese per scoprire cosa è caldo e cosa non lo è, ora puoi scoprire la moda in tempo reale, semplicemente scorrendo.

Con più influenza delle celebrità, le star dei social media della moda sono la vera ragione per cui ci stiamo innamorando del settore. Ciò che una volta era fuori dalla portata di usare semplici mortali ha fatto un giro completo.

I tradizionali gatekeeper non sono più responsabili delle tendenze di orientamento o spingono i marchi più piccoli in primo piano, ma sono i blogger che sono considerati l’autorità affidabile per tutto ciò che riguarda moda e stile – basta chiedere ai loro milioni di follower.

, , , ,